domenica 1 luglio 2018

RARE18ROMA: il mio primo evento RARE!!!


 Focus On 

Buona domenica a tutti! Ebbene finalmente anch'io sono riuscita a fare il resoconto di quel meraviglioso evento che è stato il RARE di sabato scorso! Un post che arriva in ritardo ma solo oggi ho disfato il trolley con i libri e gli omaggi e quindi fatto le foto di rito.
Vi avviso che non sarà un post corto, anzi...oramai mi conoscete, se c'è da fare un resoconto di qualcosa divento prolissa come poche. Spero che non vi annoierò e che riuscirò a trasmettervi tutta l'ansia e la felicità che ho provato durante quella meravigliosa giornata.


Ancora oggi, a una settimana di distanza, non riesco a capacitarmi di come sia volato quest'anno di attesa, letture di molte autrici nuove, photobook da creare, la scelta dei libri da portare con me, ansie varie...insomma il tutto ad oggi mi sembra sia passato alla velocità della luce.
Potrei mentire e dire che la scelta dei libri è stata molto veloce, ma ho fatto e disfato la valigia almeno cinque volte, sino a quando venerdì notte, tornata da lavoro, ho finalmente fatto le mie scelte: 12 libri in valigia con i cambi per i due giorni di permanenza a Roma, il photobook e il mio immancabile kit di  sopravvivenza (altro che quelli da film apocalittici) nello zaino e una borsettina con i documenti, soldi e soprattutto il biglietto e la table map. Ma sapete cosa è successo dopo aver preso il treno all'alba, l'aver resistito a defenestrare il bambino del vagone che ha urlato per 3 lunghissime ore? La disposizione dei tavoli ha subito delle variazioni e lì ho capito che tutto il mio piano sarebbe andato a ramengo e infatti così  stato. Ma andiamo con ordine, senza aver ucciso nessuno, arrivo finalmente a Roma puntuale e inizio a mettermi in contatto con Susy, admin del blog I miei magici mondi,  e dopo esserci trovate, ci siamo fiondate alla metro direzione Eur Magliana e dopo una ventina di minuti arriviamo a destinazione. Capita la direzione da prendere per andare al luogo dell'evento e sopravvissute all'attraversamento pedonale peggiore che io abbia mai visto, scorgiamo da lontano lo Sheratone e l'immensa coda di ragazze, donne e i poveri mariti/fidanzati al seguito che già maledivano di aver acconsentito ad accompagnarle.Una coda lunga che non si è mossa sin dopo le 11.30 causa spostamento di alcuni tavoli per motivi di sicurezza, ma io e Susy non ci siamo preoccupate più di tanto anche perchè eravamo intente a chiaccherare con Cinzia, una ragazza davvero simpatica, che si è poi unita a noi per quasi tutta la giornata.
Tra una chiacchera e l'altra e la presenza dei Menof RARE che intrattenevano la coda finlmente si aprono le porte e si è scatenato l'inferno perché, lo ammetto, non ero affatto preparata a quello che mi sono trovata di fronte; prima tappa è stato il banchetto Always e il bookseller per gli acquisti del momento ("Dammi mille baci" e "Obbligo o verità") e i ticket per la Cole e la Reid. Riacquistato un minimo di lucidità ci siamo addentrate nella sala e io ho subito puntato il tavolo di Jamie McGuire e grazie alla sua assistente ho fatto subito la foto e fatto firmare il photobook  e non immaginavo che dal vivo fosse ancora più bella (è davvero una stragnocca) ma anche davvero gentilissima e poi è stata la volta di Megan Maxwell (davvero simpatica) e in seguito  l'andare a prendere i biglietti per la SEP, la Harmon, la Cherry e la Watt, oltre che quello a sorpresa per la Probst, la Glines e la Zapata e il recupero del badge e della borsa: la mia situazione intorno alle 13 era tragica perché due sole firme fra le molte che volevo e io che sembravo una scappata di casa tra borse, trolley e zaino. Con le ragazze abbiamo deciso che una pausa di 10minuti era necessaria per mangiare e capire come muoversi ed è stata la scelta migliore perché tornate all'attacco abbiamo fatto la coda per Tillie Cole (quanto è dolce e simpatica) e per Penny Reid molto carina e disponibile con tutte. Poi è stata la volta di Monica James: dovete sapere che ho adorato  "Absinthe of the heart"  e non ho certo perso l'occasione di chiederle quando uscirà il seguito (settembre-ottobre) e di farmi  una bella chiaccherata con lei, con tanto di teatrino e il padre di lei che ci guardava come fossimo due pazze.

Subito dopo sono stata da Anne Eliot che era dolcissima e parlava un po' di italiano (meglio di alcuni italiani a dire il vero) e di Chiara Cilli con cui mi sono fatta una bella chiaccherata. Con Susy e Cinzia abbiamo poi deciso che era il momento di affrontare le due sale con più coda, ovvero quella con Susan Elizabeth Phillips (che emozione) e con il meraviglioso due Erin Watt: Elle mi ha fatto i complimenti per il photobook concordando con me su alcune quotes che avevo inserito e abbiamo scambiato qualche parola sull'evento, sulla serie Royals e poi ha deciso di firmarmi il anche bookjournal con una dedica davvero molto carina.


Prima di affronatare l'altra sala però abbiamo deciso di tornare nel salone principale per le altre autrici e lì ci siamo fiondate da Mariana Zapata (dolcissima da cui ho acquistato l'ultima copia di "Kulti" a prezzo stracciato), Abbi Glines (con cui ci siamo messe a parlare delle bellezze dell'Italia che ha visto nei giorni precedenti al RARE), Terri E. Laine, che mi ha firmato il libro con alcune parole in italiano, la simpaticissima S. M. Lumetta a cui avevo preordinato "Fox" che avevo già letto in ebook e che mi era piaciuto (prosimamente posterò la recensione) e Lauren Rowe che è stata super carina. Mentre Susy e Cinzia sono da autrici che a me non interessavano, io sono andata da Sara Ney con cui mi sono fermata a chiaccherare un po' e a fare non so quante foto.

 
 


Salutata Cinzia abbiamo deciso di andare da un'adorabile Amy Harmon e da una timidissima ma sorridentissima Brittainy C. Cherry e lì in coda ho finalmente incontrato Jess admin del blog The Secret life of a Booklover e che fortunata lei aveva concluso il suo giro. Ultima, ma non per importanza, è stata Jennifer Probst che è rimasta a firmare sino alle 18.00 e che non ha mai smesso un minuto di sorridere, di chiaccherare con noi lettrici e di fare foto: una rockstar davvero! In coda per la Probst ho incontrato Jess di The Ink Spell e la sua amica Daniela che tra l'altro, povere, hanno dovuto sopportarmi nel viaggio di ritorno verso Milano domenica mattina.

Una giornata meravigliosa che mi ha permesso di incontrare di persona amiche con cui parlo quasi quotidianamente su Telegram, nuove conoscenze con altre pazze lettrici come me e soprattutto alcune delle mie autrici preferite (con la SEP domenica ho pure fatto colazione *__*).
Organizzato bene, soprattutto per gli standard italiani, però Roma ha davvero delle pecche: meravigliosa monumentale città, però piena di barriere archittetoniche e di buche e asfalti dissestati che, per questioni di sicurezza, andrebbero davvero risolti (ma non sono certo la prima a dirlo, purtroppo èun problema di cui si parla da anni e anni, da giunta a giunta).
Ho fortunatamente speso meno di quello che temevo, anche se il bottino è stato cospicuo anche grazie all'assistente della Rowe che, rimaste solo noi ultime in coda dalla Probst, ha iniziato a distribuire i libri che erano rimasti.
Non sarebbe stato lo stesso senza Susy: grazie del romanzo, della compagnia, dell'entusiasmo e della pazienza che hai avuto, spero davvero che riusciremo a incontrarci ancora!
Grazie alle organizzatrici, Amy ed Elisa in primis, grazie a chiunque ha scambiato una parola con me nelle code dalle autrici e soprattutto grazie a quest'ultime: sempre gentili, sorridenti, dolcissime!
Il prossimo RARE sarà ad aprile a Parigi e le probabilità che partecipi sono molto basse però a settembre 2019 ci sarà Londra e a giugno 2020 l'ultimo a Edimburgo e ad almeno uno di questi devo partecipare!!!!






6 commenti:

  1. Ma che figata la colazione con la SEP!
    Concordo sulle pecche di Roma e la figaggine della McGuire! Comunque sono felice di non essere stata l'unica che appena è entrata è andata un attimo in panico perchè neppure io ero preparata ahahahhaa
    E' stato un piacere conoscerti e vederti di persona, spero che un giorno ci vedremo di nuovo cosi magari riusciamo a chiacchierare con un po più di tranquillità ahahah

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Assolutamente! Un'occasione la troviamo!!! La SEP carinissima, davvero! Ma tutte erano dolcissime *_*

      Elimina
  2. Meraviglioso post!
    Che bello vederti e abbracciarti dal vivo Francy!!!!!
    E'stata un'esperienza indementicabile,bellissima spero di bissarla l'anno prossimo sempre con te. Fortuna che c'eri tu!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vediamo di organizzarci e andare ancora insieme...è stata davvero una giornata meravigliosa!!! Grazie di essere stata la mia compagna di avventura!

      Elimina
  3. Beh, noi intanto abbiamo un appuntamento a Bologna l'anno prossimo, poi per il Rare ne riparliamo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Assolutamente! e stavolta andiamo di giovedì ;)

      Elimina