mercoledì 7 giugno 2017

Recensione "Bad love" di J. Crownover

Risultati immagini per bad love
TITOLO: “Bad Love”
AUTORE: Jay Crownover
PAGINE: 416
EDITORE: Newton Compton Editori
DATA DI PUBBLICAZIONE: 16 febbraio 2017
PREZZO SU AMAZON: 9.90 euro (cop. Rigida) 4.99 euro (ebook)
Sexy, dark, pericoloso, Bax non cammina solo sul binario sbagliato… lui è il binario sbagliato. Criminale, delinquente e attaccabrighe, ha preso un sacco di pessime decisioni, e una di queste lo ha portato in prigione per cinque anni. Ora Bax è fuori e in cerca di risposte, e non gli importa cosa dovrà fare o chi dovrà ferire per trovarle. Ma non ha fatto i conti con Dovie, una ragazza innocente e pura… Dovie Pryce sa bene cosa comporti vivere una vita difficile. Ha sempre cercato di essere buona, di aiutare gli altri, e non si è mai lasciata trascinare giù dalla tristezza. Eppure le cose per lei non hanno fatto che peggiorare. A quanto pare, l’unica persona che può aiutarla è l’ex-detenuto più spaventoso, sexy e complicato che sia mai uscito da The Point. Bax le fa paura, risveglia in lei sentimenti che non avrebbe mai pensato di provare. Ma a Dovie non serve molto per capirlo: certe volte le persone migliori per noi sono proprio quelle che dovremmo evitare…
La mia opinione
Buon pomeriggio amici! Giro di boa della settimana e finalmente qui è tornato il sole dopo i terribili temporali dei giorni scorsi! Povera la mia macchina che ha rischiato di prendere la grandine: avevo il giardino “colorato” di bianco l’altra sera!
Comunque basta tergiversare e parliamo di libri e in particolare di una scrittrice che adoro, anche se non l’ho recensita spesso (mea culpa) nonostante divori i suoi libri: Jay Crownover! Una donna particolare e simpatica che seguo anche su Instagram e che con il suo lavoro uscito a febbraio per Newton Compton “Bad love” mi ha nuovamente conquistata.
Primo volume della serie Welcome che vede protagonista Bax, un pericoloso e sexy ex criminale che a ventitré anni ha come obiettivo quello di ritrovare il suo migliore amico, scomparso improvvisamente pochi giorni prima della scarcerazione del ragazzo. Quello che non immagina è di trovare sulla sua strada Dovie, rossiccia ventunenne, che proprio come Bax vuole trovare quel fratello di cui sa da poco l’esistenza e che al momento è la sua unica famiglia.
Non sto a dirvi di più sulla trama perché vorrei che vi gustaste ogni pagina di questo libro.
La storia è ambientata a The Point, questo malfamato quartiere che differisce ovviamente parecchio dai quartieri bene della città, che Jay definisce come The Hill e troviamo due protagonisti diversi, soprattutto Bax: non è il bad boy dall’animo fragile che si mostra arrogante ma in realtà è un cucciolo. No! Shane “Bax” Baxter è davvero un delinquente a cui dovremmo stare lontanissime: nato in questo quartiere che vanta una terribile reputazione, segue le sue regole per sopravvivere senza remore e senza rimorsi. Cerca Race, il suo miglior amico per un valido motivo, e con lui cerca la verità che 5 anni prima lo ha portato dritto in prigione. Dovie è invece l’angelo che attraversa The Point, che aiuta i bisognosi, che con un coraggio non indifferente si guadagna il rispetto onestamente.
Due personaggi diversissimi: da una parte l’integrità e la speranza della ragazza, dall’altra un uomo che ha sempre vissuto nella delinquenza e che mai cambierà sino in fondo, perché non aspettatevi grandi cambiamenti nei due ragazzi, ma semplicemente piccoli trasformazioni e prese di coscienza, che fanno apparire questa storia molto reale.
Una storia sexy, intrigante, a tinte noir e rosa; una storia che parla di vendetta e speranza, di passioni e crimini. Un romanzo che conquista e che ancora una volta è la dimostrazione che Jay Crownover sa scrivere storie che non lasciano indifferenti i lettori!

4 commenti:

  1. Ma sai che non ho mai letto niente di suo? Volevo iniziare con questa, ma sto aspettando che esca almeno il secondo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Davvero? Io la Marked Men series non l'ho finita tutta (ne mancano un paio) ma merita davvero e questo a me è piaciuto molto! Sa catturati con la sua scrittura reale per quanto mi riguarda!

      Elimina
  2. Ciao Francesca,
    a me è piaciuta molto la Marked Men e mi sono già segnato questo perchè mi ispira

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Susy, secondo me ti può piacere! ;)

      Elimina