martedì 14 giugno 2016

Recensione "Le streghe di Astor High" di B. Geragotelis

TITOLO: Le streghe di Astor High
AUTORE: B. Geragotelis
PAGINE: 306
EDITORE: Piemme
DATA DI PUBBLICAZIONE: 14 Aprile 2015
PREZZO SU AMAZON:13,60 euro (cop. Rigida) 6,99 euro (ebook)

Hadley Bishop è la discendente della più potente strega di tutti i tempi nonché la ragazza più popolare del liceo Astor High. Le sue giornate scorrono serene e divertenti, fra gli impegni di cheerleader e le lezioni di magia (e alcuni piccoli segreti relativi a un guardaroba capace di rinnovarsi grazie a qualche semplice incantesimo). Ma quando sua madre viene rapita e uccisa dalla stessa congrega di streghe che assassinò la sua antenata durante i processi di Salem, Hadley decide di farla finita con la minaccia che tormenta la sua famiglia da secoli, e di farlo una volta per tutte. Con l'aiuto delle amiche e dei compagni, Hadley darà vita a una battaglia epica, combattuta senza esclusione di colpi, che sconvolgerà il mondo della magia per sempre. Eppure, nonostante il suo coraggio e il suo potere, Hadley non potrà evitare di innamorarsi del ragazzo sbagliato. Quello che non avrebbe mai dovuto stregare il suo cuore.

La mia opinione
Buongiorno amici! Come state? Io come sempre indaffarata, stanca, ...ma l'estate sta arrivando, yuppi!
Comunque basta sparare stupidate, e parliamo di cose serie, ovvero della lettura che ho appena concluso: “Le streghe di Astor High” di Brittany Geragotelis, fenomeno su Wattpad, edito in Italia da Piemme.
C'è da fare una premessa: questo romanzo è il secondo di una trilogia, ovvero “Life is a Witch”, ma purtroppo da noi il primo volume (e anche il terzo) non sono stati pubblicati. Ho deciso di leggere comunque  il libro poiché sostanzialmente è una storia autoconclusiva e  il finale si presta a tal fine, fortunatamente.
Protagonista è Hadley bella, popolare e anche discendente di una delle dinastie di streghe più potenti; bis-bis-bis-bis nipote di Bridget Bishop, potente strega condannata a morte durante il processo di Salem dal suo amico-nemico Samuel Parris, malvagio reverendo che è rimasto nell'ombra in attesa di mietere nuovamente terrore.
La storia viene narrata dalla nostra cheerleader, che nonostante sia la ragazza più popolare del liceo (con l'aiuto di qualche trucchetto magico), nella congrega di streghe non lo è altrettanto, essendo troppo presa dalla sua quotidianità per prendere sul serio gli insegnamenti della congrega.
Quando la tragedia si abbatte su Hadley e sui giovani ragazzi della sua comunità magica, l'unica cosa da fare è scappare e prepararsi alla guerra.
Le premesse per essere una storia avvincente e travolgente c'erano tutte, peccato che la storia si perda sul più bello: troppo veloci alcune dinamiche (ho dovuto tornare indietro tre volte per esser certa di non aver saltato qualcosa), personaggi secondari che hanno un buon potenziale ma che purtroppo non si dimostrano all'altezza dell'aspettativa, legami e rapporti nati nel giro di due righe, Samuel Perris si presenta come cattivo senza scrupoli ma non ha purtroppo il fascino tale da colpirti, e infine Hadley che rimane, nonostante le vicende tragiche, immatura e superficiale, purtroppo.
La storia, ripeto, ha grande potenzialità e forse poteva essere approfondita e narrata meglio, l'unica cosa positiva è che è autoconclusiva, poiché il primo romanzo della serie ha una diversa protagonista, Brooklyn, con cui si incontrerà solo nell'ultimo romanzo.

22 commenti:

  1. Peccato sembrava bella come storia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Patrizia,
      si la storia in se è davvero carina..peccato per come viene sviluppata!

      Elimina
  2. CiaoBelle felice di conoscere te ed il tuo blog mi piace davvero molto e come non dirti che il nome che hai scelto mi ha attratta come una calamita? Mi iscrivo cone lettrice fissa, se volessi passare da me ne sarei davvero felice un abbraccioneeee! *_*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Ely, benvenuta!
      Grazie mille per i complimenti, passo sicuramente!

      Elimina
  3. Già dalla trama "purtroppo" non mi ha colpita particolarmente e la tua recensione mi fa capire ancora di più che non entrerà sicuramente nella mia lunghissima wishlist! Peccato però, perchè mi piacciono molto i libri che parlano di streghe e magie.. E poi non capisco questa cosa di non pubblicare il primo e il terzo, ma il secondo si: quale assurdo motivo c'è dietro? :/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah i misteri dell'editoria! Anch'io mi chiedo perché abbiano fatto ciò e ancora non mi dò una risposta convincente!

      Elimina
  4. Stranamente dalla trama non mi ha colpito, ma la copertina sembra molto interessante

    RispondiElimina
  5. no, proprio non mi attira. sembra banale.

    RispondiElimina
  6. Non so a me non piaceva tanto già dalla trama! :/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A me l'argomento streghe ha sempre interessato quindi ho voluto dargli una chance, purtroppo non è riuscito a far breccia nel mio cuore!

      Elimina
  7. Sapevo che la Piemme avesse pubblicato solo il secondo volume e già questo mi aveva frenato, nonostante la cover mi piaccia.
    Il fatto è che, compresa la tua, saranno già una decina di opinioni negative che sento.. non me la sento di leggerlo.
    Peccato, perchè prometteva benissimo come storia e fra l'altro io sono sempre affascinata dal tema dell magia!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti capisco adoro il tema delle streghe...però c'è proprio qualcosa che non va!

      Elimina
  8. La trama mi attira! Peccato che non è piaciuto, chissà, magari prima o poi ci proverò!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quando (e se)lo leggerai, poi fammi sapere cosa ne hai pensato ;)

      Elimina
  9. La copertina è davvero molto bella, proverò a leggerlo *.*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La cover è stupenda, concordo! Fammi sapere se tu riuscirai ad apprezzarlo più di me!

      Elimina
  10. Una cosa che proprio non comprendo è il senso di tradurre unicamente il secondo romanzo, al massimo potevano far uscire il primo xD Comunque la trama è carina ma mi da comunque l'impressione di essere una di quelle letture molto leggere che forse avrei potuto apprezzare ad un'altra età. La tua opinione è una conferma ulteriore!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, davvero non capisco perchè una scelta del genere, mah!

      Elimina