lunedì 31 ottobre 2016

Recensione "Violet" di J. Brody

 Risultati immagini per violet jessica brody
TITOLO: Violet
AUTORE: J. Brody
PAGINE: 294
EDITORE: Fanucci
DATA DI PUBBLICAZIONE:  15 Gennaio 2015
PREZZO SU AMAZON: 12.67 euro (cop. Rigida) 1.99 euro (ebook)
Quando il volo 121 della Freedom Airlines precipita nell'oceano Pacifico, nessuno si aspetta che ci siano dei superstiti. Così, la notizia di una giovane donna ritrovata a galleggiare tra i rottami dell'aereo, praticamente illesa, fa il giro del mondo. Nessuno sa spiegarsi come possa essere sopravvissuta... tantomeno lei. La sua mente è una tabula rasa: non ricorda il proprio nome né nessun avvenimento della sua vita, e non sa cosa ci facesse su quel volo. Le sue impronte digitali e il suo DNA non si trovano in alcun database, nessuno ha denunciato la sua scomparsa. Intrappolata in un mondo che non riconosce, con delle abilità che non è in grado di comprendere e ossessionata da una minaccia che è solo un'eco nella sua testa, la misteriosa ragazza si sforza di rimettere insieme i pezzi del proprio passato e scoprire chi è veramente. Ma a ogni indizio seguono nuove domande, e il tempo per trovare le risposte è sempre meno. La sua unica speranza è un ragazzo affascinante, che sostiene di conoscerla da prima dell'incidente e di averla aiutata a fuggire da un esperimento top secret. Ma lei di chi può fidarsi davvero?

La mia opinione
Buon lunedì e buon ultimo giorno di Ottobre a tutti! Anche questo mese sono riuscita a iscrivermi al “Domino letterario”, una stupenda iniziativa che prevede la lettura e la recensione di un libro in base alla scelte del blog prima di te. Questo mese la mia tappa è dedicata ad un libro uscito lo scorso anno e che avevo in wishlist da quel momento (e finalmente posso tirargli una barra su), edito da Fanucci, ovvero “Violet” di Jessica Brody.
Qui di seguito tutte le tappe.

Ci troviamo subito con la protagonista della storia, ovvero Violet che si è appena risvegliata in mezzo ai rottami di un volo precipitato nell’oceano con un bel trauma: non ricorda nulla della sua vita! L’unica cosa che ha con se è un medaglione ca forma di cuore che ha inciso una scritta particolare: S+Z 1609 e un bigliettino all’interno con scritto “fidati di lui”. Ma non c’è un nome, un volto o un indirizzo, nulla insomma che possa aiutarla a ricordare.
Tutto il romanzo ruota attorno a questa ragazza e alla sua voglia di ricordare chi è, da dove viene, perché era su quell’aereo e intorno a lei gravitano vari personaggi che cercano, ognuno per vari motivi, di avvicinare Violet.
Ho apprezzato Cody, il figlio della famiglia affidataria che prende la ragazza in casa, perché capisce che in lei ch’è qualcosa di diverso e rischierà grosso pur di aiutarla.
Ma ovviamente gli occhi vengono poi catturati da Zen: il misterioso e bel ragazzo che sembra conoscerla benissimo e che sembra arrivare sempre in suo soccorso.
Violet per quanto da una parte apprezzi la sua disperata voglia di capire cosa le sia successo, dall’altra rimane un punto di domanda perché non saprei dirvi se mi è piaciuta oppure mi è sembrata sottotono come personaggio.
Quello che ho più apprezzato della storia è la curiosità che la nostra protagonista prova ad ogni nuova esperienza che invece nella vita di tutti i giorni è routine (ad esempio assaggiare un semplice toast sarà una sorpresa stranissima per la ragazza) e inoltre quello che più ha continuato a ronzarmi in testa e come avrei reagito io nella stessa situazione: sarà che ho il terrore dei vuoti di memoria, del perdere coscienza di me, del dimenticare dalle più banali alle più serie questioni e quindi mi sono chiesta più volte durante la lettura come avrei affrontato la questione.
Uno stile chiaro e diretto, senza inutili giri di parole per un romanzo sicuramente piacevole ma che non so bene se mi ha oppure no conquistata del tutto.

20 commenti:

  1. In questo periodo mi sa che siamo tutte e due in preda a romanzi che non riescono a convincerci del tutto ;-) bella recensione, grazie!!!! Baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esatto cara, è un periodo un po' così..speriamo in meglio! ;)

      Elimina
  2. No, niente, mi sa che per questa volta passo xD Ho letto abbastanza libri non convincenti (in cui non si sapeva se fossero belli o no), non voglio buttarmi la zappa sui piedi ancora una volta xD

    RispondiElimina
  3. Risposte
    1. Se lo leggerai fammi sapere cosa ne pensi! ;)

      Elimina
  4. Ce l'ho abbandonato nel kobo, poverino. Sommerso da altre letture arretrate D:

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh ti capisco! Anch'io ho un sacco di letture arretrate nel kindle!

      Elimina
  5. E presente nel mio Kindle da un bel po' ma ogni qualvolta che provo a leggerlo l' ho abbandono dopo poche pagine -.-!
    Comunque Bella recensione!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie cara! Purtroppo capita anche a me con altri libri!

      Elimina
  6. Anch'io l'ho abbandonato... Devo riprovarci :-)

    RispondiElimina
  7. Non sono convinta di dare un'opportunità a questo romanzo. Ho paura che non conquisti e si trascini un po', nonostante la trama sia davvero interessante!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ancora adesso non so ancora se mi ha convinto oppure no!

      Elimina
  8. La trama è interessante! Peccato che non ti abbia convinto, e vedo dai commenti che non sei l'unica... sono comunque tentata di aggiungerlo in WL per farmi un'idea mia! XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh si, trama interessantissima ma poi..ancora oggi non so!...spero poi mi farai sapere cosa ne penserai!

      Elimina
  9. Il romanzo dalla copertina alla sinossi mi ha incuriosito molto, ma credo che aspetterò un attimo a leggerlo perchè se lei è così sottotono non so se come protagonista poi mi potrebbe piacere o no... :P


    -Hanna McHonnor

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Giulia,
      in effetti non è una protagonista di quelle che ti fanno impazzire, però prova a dargli una chance e mi dirai ;)

      Elimina
  10. La trama sembra interessante, ma in certi punti sa di qualcosa già visto/letto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, concordo! Forse stiamo leggendo troppi libri dello "stesso genere"

      Elimina