martedì 13 settembre 2016

Recensione "Flawed. Gli imperfetti" di C. Ahern

Risultati immagini per flawed gli imperfetti
TITOLO: Flawed. Gli imperfetti
AUTORE: C. Ahern
PAGINE: 416
EDITORE: De Agostini
DATA DI PUBBLICAZIONE:  13 Settembre 2016
PREZZO SU AMAZON: 12.67 euro (cop. Rigida) 6.99 euro (ebook)
In un futuro non molto lontano, il giudice Crevan è a capo della Gilda, uno speciale tribunale con il compito di condurre una spietata crociata contro l'immortalità. È lui e lui solo a decidere chi è un cittadino modello e chi invece è un "imperfetto", un essere Fallato da marchiare a fuoco con una F sulla pelle e da allontanare dalla società civile. Celestine ha diciassette anni e non ha mai avuto dubbi sul suo ruolo nel mondo: è una figlia perfetta, una studentessa perfetta, ed è anche una fidanzata perfetta. La fidanzata di Art, il figlio del giudice Crevan. Ma un giorno tutto cambia. Celestine vede un Fallato in fin di vita e sente di doverlo aiutare. D'un tratto, ciò che ha sempre ritenuto giusto non lo è più, perché la compassione è più forte. Più forte della legge e delle rigide regole del giudice Crevan. Celestine decide quindi di soccorrere il pover'uomo e quel gesto si ripercuote su di lei con conseguenze drammatiche. Allontanata dalla famiglia, arrestata e umiliata, la ragazza viene trascinata in tribunale davanti a Crevan. E proprio lui, incurante delle suppliche di Art, la condanna a essere marchiata a fuoco come Fallata. Sarà durante il processo che la strada di Celestine incrocerà quella di Carrick Vane, un ragazzo misterioso e affascinante: l'unico amico su cui d'ora in poi Celestine potrà contare.

La mia opinione
Buongiorno amici! Com’è iniziata la vostra settimana?
Oggi sono molto felice di parlarvi del romanzo di Cecelia Ahern, edito dalla De Agostini che ringrazio per la copia omaggio in anteprima, ovvero “Flawed. Gli imperfetti”.
Una duologia distopica per quest’autrice di successo mondiale (ricordiamo i famosissimi “P.S. I love you”, “Scrivimi ancora” etc) , che ha saputo sorprendermi e catturarmi. Ma andiamo con ordine.
Sapete come il mondo distopico mi affascina e come ne sono fortemente attratta e quello creato dalla Ahern non fa eccezione.
Una società non molto lontana nel tempo da noi, in cui molto è simile al nostro tempo eccetto questo speciale tribunale, detto Gilda, che punisce  i crimini “immorali” non con la detenzione (destinata a ben peggiori malefatte) ma marchiando a fuoco il colpevole con una F e così obbligarlo a vivere come un cittadino di serie b, emarginato essendo facilmente riconoscibile dal resto della società. Ad emettere la sentenza è Bosco Crevan, il rispettato giudice, che così è convinto di creare man mano nel tempo una società perfetta.
Celestine, la nostra protagonista, è fidanzata con Art, il figlio del giudice, ed è la figlia perfetta, quella sempre educata, con la lingua a freno e quindi nessuno si immagina quello che le accadrà: diventare una fallata, un’imperfetta marchiata a vita soprattutto per un così futile motivo.
Non vi dico altro, lascio a voi divorare pagina per pagina questo romanzo e scoprire cosa accadrà.
Ciò che mi ha più entusiasmato e coinvolto è stato il percorso emotivo di Celestine che tirerà fuori un gran bel caratterino e intelligenza che in una società che la emargina, denigra le sarà fondamentale.
Importante personaggio sarà Carrick che influenzerà la nostra ragazza aprendole ancora di più gli occhi.
Un romanzo lento, ma che non lo rende pesante; tutta l’attesa, l’ansia che pagina dopo pagina vi terrà incollati al libro vi porterà a desiderare quanto prima il secondo volume (in uscita nel 2017 in lingua originale).
Un distopico ben scritto, ben riuscito che adoreranno tutti i fan di questo genere!
Consigliato!

4 commenti:

  1. Ciao Belle, non vedo l'ora di leggerlo io adoro la distopia ed amo molto questa scrittrice <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Ely! Secondo me lo adorerai: è davvero intrigante! <3

      Elimina
  2. Io mi sa che passo, continua a non ispirarmi :/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il distopico è un genere molto soggettivo ;)

      Elimina