venerdì 29 luglio 2016

Recensione "Dov'è finita Audrey?" di S. Kinsella



TITOLO: Dov’è finita Audrey?
AUTORE: S. Kinsella
PAGINE: 285
EDITORE: Mondadori
DATA DI PUBBLICAZIONE: 2 Giugno 2015
PREZZO SU AMAZON: 13.60 euro (cop. Rigida) 2.99 euro (ebook)
Audrey ha quattordici anni e da tempo non esce più di casa. Porta perennemente grandi occhiali scuri, e non certo per fare la diva, ma perché questo è il suo modo per proteggersi dalle persone che la circondano e sfuggire al rapporto con gli altri. A scuola le è successo qualcosa di brutto che l'ha profondamente segnata, e ora Audrey è in terapia per rimettersi da attacchi d'ansia e panico che non le permettono di condurre una vita serena e avere contatti con il mondo esterno. Prigioniera nella propria casa, riesce a guardare negli occhi solo Felix, il fratellino più piccolo. Suo fratello Frank, invece, ha un anno più di lei ed è ossessionato dai videogames e - con grande preoccupazione della madre iperprotettiva e vagamente nevrotica - non si stacca un attimo dal computer e dal suo amico Linus che condivide la sua stessa mania. Quando Audrey incontra Linus per la prima volta, nasce in lei qualcosa di diverso, e piano piano riesce a trovare il modo di comunicargli le sue emozioni e le sue paure. Sarà questa la scintilla che aiuterà non solo lei, ma la sua intera famiglia scombinata. "Dov'è finita Audrey?" è un romanzo caratterizzato da una grande empatia in cui si ride e ci si commuove. Sophie Kinsella riesce ad alternare momenti di puro humour ad altri più seri e teneri con grandissima sensibilità, raccontando il percorso verso la guarigione di una fantastica e coraggiosa ragazzina e parlando al cuore di tutti.

La mia opinione
Buongiorno! Anche questo mese sono riuscita a partecipare al “Dominio letterario”, una stupenda iniziativa che prevede la lettura e la recensione di un libro in base alla scelte del blog prima di te. Io ho deciso di tuffarmi in Dov’è finita Audrey?” della bravissima Sophie Kinsella, qui alle prese con il suo primo young-adult.
Qui di seguito tute le tappe.
 
Un libro diverso dai soliti per la Kinsella, non siamo più nelle commedie romantiche e divertenti che hanno sempre protagonista una donna ironica, ma a cui capitano sventure prima di approdare al lieto fine.
Audrey è una quattordicenne atipica, sicuramente ironica, ma con una particolarità: tiene sempre addosso i suoi occhiali da sole, non li toglie di fronte a nessuno, eccetto al fratello, l’unico con cui abbassa un pochino la guardia. Siamo alle prese con una patologia di cui si sente parlare da qualche tempo a questa parte: il trauma per essere stata l’oggetto dei bulli l’ha portata a chiudersi completamente al mondo, usando gli occhiali come protezione.  
La psicologa, nel percorso verso la guarigione, le consiglia di girare dei video intervistando le persone che ogni giorno incontrerà nella sua vita. Questa è anche la particolarità del romanzo: Audrey ci racconta cosa vede tramite la telecamera, dando un senso di cinematografico alla storia.
Ruotano intorno alla ragazza il fratello dipendente dai videogiochi, il padre che compare spesso nella storia ma come pacere dei litigi familiari e una madre ossessionata dal Daily Mail. Una famiglia con pregi e difetti, che con le sue dinamiche vi farà affezionare perché vi sembrerà quanto mai reale.
Linus è l’amico del fratello, una delle persone intervistate, un ragazzo che con dolcezza e sensibilità riuscirà a conquistarvi.
Audrey piano piano e con l’aiuto della psicologa riesce, seppur spaventata, a scoprire cosa il mondo offre, ad esplorarlo per cercare di avere una vita normale.
Lo stile è sempre quello fresco, ironico e divertente a cui Sophie ci ha abituate negli anni, con stereotipi e scene comiche che vi faranno divertire.
Impossibile non affezionarsi ad Audrey e alla sua storia. Sophie Kinsella mi ha conquistata ancora!





21 commenti:

  1. Ho comprato questo libro in lingua diversi mesi fa, ma ancora non ho avuto l'occasioni leggerlo. Ora, però, mi hai incuriosita ancora di più, quindi, conto dedicargli un po' di tempo quanto prima. :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non te ne pentirai Clarissa: adoro la Kinsella e con questa storia mi ha sorpresa e conquista ancor di più!

      Elimina
  2. Anch'io l'ho preso un po' di tempo fa ma ancora non ha avuto il suo momento, colpa della lista interminabile di libri, però devo decidermi a leggerlo, speriamo bene ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti capisco: è rimasto in lista fino a questo momento, ma ne è valsa la pena!

      Elimina
  3. ciao Belle, sono una fan della Kinsella e soprattutto della sua Becky *_* questo libro ce l'ho in ebook e spero di recuperarlo presto anche grazie alla tua recensione che me l'ha ricordato ed ha rinnovato l'entusiasmo ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Ely! Impossibile non essere sue fan! Bene, sono contenta di avertelo ricordato ;)

      Elimina
  4. Personalmente non adoro molto lo stile della Kinsella, ma questo sembra diverso dagli altri :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sicuramente è un tema particolare con cui lei non è solita cimentarsi. Però è davvero meritevole!

      Elimina
  5. Ne sento parlare da un po' ma non ho mai avuto occasione di guardarlo… magari sarà tra le prossime letture :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fammi sapere se gli darai una chance! ;)

      Elimina
  6. Amo la Kinsella, ma questo mi manca!! Devo recuperare!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un libro diverso dai suoi canoni, ma assolutamente meraviglioso!

      Elimina
  7. Non ho mai letto niente di quest'autrice, dici che questo dovrebbe essere la mia iniziazione?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Solitamente scrive romance per un target più grande ma molto divertenti; questo è diverso per target, tipo di storia etc ma cmq merita di essere letto. Io ti consiglierei di leggerlo perché è davvero bello però per apprezzarla a fondo ti consiglio di leggere uno dei suoi primi romanzi, non della serie di I love shopping però ;)

      Elimina
  8. Sono mesi che mi ripeto che devo leggere un libro di questa autrice ma rinvio sempre non so come mai,ma dopo questa recensione mi sa che mi hai convinto

    RispondiElimina
  9. Ho questo libro da quando è uscito e aspetta di essere letto ma grazie alla tua recensione lo leggerò al più presto !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono felice di quello Ella, merita proprio!

      Elimina
  10. Ammetto di non aver mai letto nulla della Kinsella e di averla sempre un po' relegata in un angolo .. ma questo ha attirato la mia attenzione!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti direi di provare anche con qualche altro libro per apprezzarla davvero! ;)

      Elimina
  11. letto e divorato la kinsella mi piace da matti e questo libro nonostante delle iniziali reticenze poi l'ho divorato
    complimenti per la recensione

    RispondiElimina